I Mutui Edilizi a Stato Avanzamenti Lavori

Mutuo Edilizio

I contratti relativi a mutui ipotecari e fondiari seguono un preciso iter, il quale si conclude con la sottoscrizione dell'atto di fronte ad un Notaio da parte del mutuatario e del funzionario della Banca o dell'Istituto di Credito.

Alla firma segue l'erogazione dell'intero capitale ottenuto in prestito che viene impiegato per l'acquisto dell'immobile reso ufficiale dal contestuale atto di rogito.

Nel caso in cui si proceda all'acquisto di una casa in costruzione tali modalità di credito rischiano di non essere adatte alle esigenze degli acquirenti, essendo probabile che l'impresa edile richieda diverse tranche di denaro, sulla base dello stato d'avanzamento dei lavori.

Lo stesso problema si presenta, ovviamente, ad un privato che è intenzionato a costruirsi la propria casa, edificandola dal nulla nel caso in cui sia intenzionato a richiedere ad una Banca un mutuo per il quale non è possibile fornire una garanzia essenziale, quale l'ipoteca.

Le peculiarità dei mutui edilizi comportano, quindi, che i richiedenti si informino in maniera approfondita, mettendo in preventivo anche il fatto che non tutti gli Istituti Bancari offrono tale tipologia di finanziamento.

Nei casi i cui i finanziamenti da richiedere siano legati alla costruzione di ampi complessi, palazzi e residence è probabile che siano le stesse aziende costruttrici a richiedere un mutuo a stato avanzamento lavori.

Ugualmente diffusa è la conseguente prassi di prevedere dei contratti per suddividere il mutuo tra gli acquirenti delle case nuove d'impresa, una volta che sono state perfezionate le relative compravendite.